Asti Musica 2010: presentato il programma

Sedici serate per due settimane di musica di ogni genere. Ecco la ricetta dell’edizione 2010 di “Astimusica”, festival che da quindici anni porta ad Asti il meglio della musica nazionale ed internazionale.

Nonostante la crisi economica, anche quest’anno l’entourage della rassegna è riuscito nell’impresa di coniugare qualità ed eterogeneità delle proposte.

«Abbiamo volutamente escluso dal palinsesto 2010 le star – ha confessato il direttore artistico Massimo Cotto nel corso della conferenza stampa di presentazione – vale a dire quegli artisti che non si muovono per cachet inferiori ai 60 mila euro. Ma non sono i soldi a fare grande un festival e anche quest’anno, con buoni nomi e un budget ridotto di circa il 10%, siamo riusciti a realizzare un cartellone vario e di tutto rispetto». Meno serate rispetto alle ventiquattro del 2009, ma ancora molte gratuite, aspetto che, ha fatto notare l’assessore Maurizio Rasero, «caratterizza “Astimusica” come evento quasi unico nel suo genere in Italia, vero momento di aggregazione per la popolazione».

Sull’ormai ‘consueto’ palco di piazza Cattedrale graviteranno a partire da sabato 3 luglio, con il concerto d’apertura di Simone Cristicchi, nomi storici e più recenti della musica. Dalla cantautrice Alice ai mitici Gong, esponenti di spicco della “scena di Canterbury” del progressive rock inglese, dagli scatenati Funk Off ai nuovi cantautori italiani come Dente, dai Baustelle alla fascinosa Malika Ayane.

Maggiori informazioni sul sito http://www.comune.asti.it/manifestazioni/asti-musica/index.shtml

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Succede ad Asti. Contrassegna il permalink.