Canti natalizi a Spazio San Giovanni

I 36 elementi del coro G di torino per un concerto di musiche tradizionali dedicate al natale.

Nel terzo e ultimo appuntamento della rassegna “di suoni, espressioni e voci” Spazio San Giovanni, futuro Museo Diocesano della Cattedrale, sarà palcoscenico di una serata dedicata alle musiche tradizionali del Santo Natale: i 36 giovani elementi che compongono il Coro G, formazione torinese già autore di numerose tourneè europee, saranno protagonisti di un insolito concerto che prevede carols natalizie e un repertorio di musica sacra, intervallato da alcune improvvisazioni corali e installazioni sonore.

Dopo la prima serata dedicata all’”espressione”, con Renzo Arato protagonista di un monologo teatrale ispirato alla vita di San Giuseppe da Copertino, e l’appuntamento della settimana scorsa con l’ensamble strumentale dell’Istituto Diocesano Liturgico Musicale che ha suonato musiche di Mozart, Haendel, Haydn, Sammartini (entrambi accolti da uno straordinario successo di pubblico), sabato 11 dicembre alle ore 21 andrà in scena il “Concerto natalizio per coro e voci soliste”.

Come sempre palcoscenico dell’evento, organizzato dall’Associazione Culturale Hastarte (info: tel. 335.6173645 – www.hastarte.wordpress.comhastarte@gmail.com) in collaborazione con la Diocesi di Asti, sarà Spazio San Giovanni (via Natta 36, ad Asti): biglietti disponibili (euro 7,00) sino a esaurimento posti.

Il Coro G

Coro G è un coro giovane, sia per l’età dei suoi membri (dai 16 ai 26 anni) che per la data di fondazione del gruppo, sostenuto dall’Associazione Cantascuola di Torino sin dall’anno 2003, quando nasce come quintetto per ampliarsi successivamente sino all’attuale organico di 36 elementi. Coro G ci ricorda che il canto può rappresentare un terreno di incontro e di formazione, un veicolo di idee, un percorso di ricerca fecondo di decisive esperienze. Il coro offre uno stimolo ad approfondire la conoscenza del linguaggio musicale, a migliorare la propria tecnica vocale, ad apprendere

le basi della conduzione corale, a formare gruppi vocali. Il variegato repertorio è il conseguente frutto di un atteggiamento curioso e aperto verso ogni forma di espressione della voce, inclusa la pratica dell’improvvisazione e il connubio con gli strumenti che alcuni membri del coro suonano.

Le numerose esibizioni concertistiche del Coro G hanno contribuito al consolidamento della qualità del gruppo, il cui cammino ha trovato una tappa fondamentale nella partecipazione al prestigioso 6° Incontro internazionale di cori giovanili di Usedom (Germania), nell’agosto 2006, insieme a importanti formazioni provenienti da tutta Europa.

Nel corso del 2007 il coro ha preso parte alla rassegna Voci in movimento a Torino, e al concerto benefico “Una favola vera” al Teatro Dal Verme di Milano.

Gli appuntamenti più significativi del calendario 2008 sono stati la realizzazione di un progetto creato pecificatamente per la Sacra di San Michele intitolato “Lo spirito del suono” e il tour in Estonia che negli ultimi giorni dell’anno ha visto il coro esibirsi a Tallin e in altre città della repubblica baltica e tenere un seminario di improvvisazione.

Nel 2009 il coro ha cantato per la rassegna “Giovani per tutti” di Lingotto Musica e ha partecipato al festival Eurotreff a Wolfenbüttel in Germania.

Nel 2010 il Coro G è tornato a Usedom, all’8° Incontro internazionale di cori giovanili, partecipazione che ha generato un invito per un tour natalizio nel Nord della Germania per il 2011. Inoltre con il nuovo progetto “Adotta un coro” il Coro G e l’associazione Cantascuola mirano a stimolare la nascita di cori giovanili nelle scuole superiori torinesi.

Il coro è diretto dalla sua fondazione da Carlo Pavese e, dal 2008, da alcuni dei suoi cantori.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Eventi Hastarte, Succede ad Asti. Contrassegna il permalink.